Suggerimenti per selezionare il miglior seme autofiorente

I semi autofiorenti sono un ottimo modo per far funzionare le tue piante e producono i risultati più sorprendenti in termini di resa. Le autofiorenti più consigliate sono completamente femminilizzate, garantendo che ogni seme produca una pianta naturalmente femminile, in grado di produrre il raccolto più grande e produrre gemme della massima qualità. I semi autofiorenti coltivati nei primi mesi estivi sono pronti per essere raccolti nei primi giorni di primavera, a causa della mancanza di ore di luce che ricevono durante questo periodo dell’anno.

I semi autofiorenti Amnesia Auto vengono coltivati a una temperatura di 65 ° C, assicurando che la pianta riceva tutta la luce di cui ha bisogno per crescere, oltre a garantire che rimanga calda e sana. Poiché queste autofiorenti sono controllate dalla quantità di luce che ricevono, piuttosto che dal tempo effettivo in cui sono esposte, possono essere raccolte prima della maggior parte degli altri tipi di piante, permettendoti di godere di tutti i benefici che derivano dalla raccolta della tua marijuana. All’inizio del raccolto, le piante vengono rimesse nella serra fino al momento di ripiantarle in nuovi vasi. Questo processo può richiedere da sei settimane a più di un mese a seconda del tempo, tuttavia, assicurerà che i semi possano maturare completamente senza il rischio di essere distrutti durante la spedizione.

Le migliori seminatrici autofiorenti richiedono una fornitura costante di luce fresca, che di solito è fornita dal davanzale della finestra o da fonti artificiali, come i riflettori. È essenziale che le piante siano situate in una serra ad un’altezza adeguata e con un buon angolo per garantire che una luce adeguata raggiunga l’intera pianta. Il ciclo di crescita dei semi autofiorenti è determinato dal periodo di tempo in cui sono esposti alla luce, che dipende dal tipo effettivo di marijuana coltivata.

Sono disponibili diversi tipi di semi autofiorenti, ma funzionano tutti per fornire gli stessi benefici al coltivatore di marijuana. I semi autofiorenti che dovrebbero essere piantati in primavera producono gemme più piccole, con meno foglie rispetto alle piantine che vengono normalmente coltivate durante i mesi estivi. La maggior parte dei semi autofiorenti contiene uno specifico “marcatore di semi” che rende la raccolta più facile per il coltivatore, poiché ogni pianta ha la garanzia di produrre la stessa resa di qualità.

Per assicurarti di raccogliere solo le piante migliori per il tuo coltivatore di marijuana, è meglio acquistare questi semi da una fonte attendibile, come un mangiatore di erbacce e un fornitore idroponico. Questi fornitori di semi sono molto apprezzati e sono stati fornitori affermati di semi autofiorenti di alta qualità. per molti anni. Oltre a garantire la qualità, le seminatrici assicurano che i semi autofiorenti siano tenuti al freddo nelle loro scatole di stoccaggio, assicurando che venga ricevuta la massima quantità di luce diurna per far crescere le piante di marijuana ai migliori livelli possibili.

Un Seed Tracker è importante anche per assicurarti di non ritrovarti con Semi Autofiorenti scadenti, poiché ciò significa che hai più semi di quanto ti serve, invece di avere tutti i germogli di cui hai bisogno. I semi autofiorenti non daranno mai la massima qualità di produzione, quindi è essenziale controllare le date di quando le seminatrici sono state seminate. Come regola generale, assicurati di acquistare semi che non abbiano più di 3 mesi durante la raccolta, poiché più sono vecchi, più saranno potenti.

Dopo aver selezionato il seme autofiorente da una fonte attendibile, è essenziale seguire le istruzioni fornite per garantire che le piantine siano protette dagli elementi. La temperatura ideale dovrebbe essere mantenuta tra zero gradi Fahrenheit e cinquanta gradi Fahrenheit. Ciò significa che non dovrebbero mai essere lasciati alla luce diretta del sole, altrimenti si danneggeranno. È anche una buona idea mettere qualche centimetro di ghiaia sotto la miscela di invasatura per evitare che il terreno si compatti nel contenitore, poiché ciò può influire sul modo in cui viene spruzzato il seme autofiorente.

Utilizzare il miglior seme autofiorente ti garantirà la massima quantità di marijuana possibile, quindi dovrai investire in alcuni semi. Si consiglia di acquistare diversi semi da un fornitore rispettabile, per assicurarsi che i semi siano freschi.